Milano, 20 maggio: apre al pubblico la ‘Cometa’ di Bellini

Milano, 20 maggio: apre al pubblico la ‘Cometa’ di Bellini

“Un innesto di corpi metallici e vetrati – tre affusolati foyer a livelli diversi – con spettacolari viste a 180 gradi sul cuore di City Life…Un vero e proprio terremoto volumetrico che ha richiesto e generato la sintesi risolutiva: l’invenzione di una cometa aerea e argentea che sormonta e abbraccia la nuova testata, assieme con parte dei fianchi e della copertura dell’edificio. Un landmark inconfondibile, una cometa”, con queste parole l’architetto Mario Bellini descriveva qualche tempo fa il progetto dell’inaugurando Milano Convention Center.
Il prossimo 20 maggio la nuova struttura, progettata per rappresentare il centro congressi più grande d’Europa, apre le porte al pubblico per una giornata di visite. L’intervento vede la rifunzionalizzazione a destinazione congressuale degli ex padiglioni 5 e 6 di Fiera Milano al Portello e la sua integrazione con l’attuale adiacente MIC. L’organizzazione e la riconversione degli spazi interni è stata curata dall’architetto Pierluigi Nicolin, 18mila posti a sedere, un auditorium da 1.500 persone, una sala plenaria da 4.500 posti, 73 sale modulari da 20 a 2mila posti e 54mila mq espositivi sono i numeri fondamentali del progetto.
Dal punto di vista formale ciò che caratterizza maggiormente la struttura è l’involucro di copertura, esteso su una superficie pari a 15mila metri quadrati, montato a 46 metri d’altezza. 8mila metri di raggi luminescenti (lunghi fino a 200 metri) si separano da un corpo più solido per dare vita a una “coda”. A supportare i raggi è una serie di reticoli in acciaio, a cui centro sono inseriti 8mila metri di luce canalizzata, prodotta dai Led alimentati da pannelli fotovoltaici (a strati sottili in silicio amorfo).
Un grande pergolato urbano segna il perimetro del nuovo Centro Congressi e dei due rimanenti edifici del Portello per una lunghezza di 800 metri e una larghezza di 14, dando vita a una superficie pari 11.000 mq complessiva. Per metà a verde con carpini piramidali, arbusti, glicini e prato, e per metà ciclo-pedonale protetto da una tensostruttura in telo impermeabile. Un lieve declivio verde di 65.000 mq collega le aree a parco di City Life con il livello rialzato a 7 metri del Foyer di ingresso del Centro Congressi e della sua piazza attrezzata di circa 6000 mq. Per prenotare la tua visita al nuovo Milano Convention center clicca qui.

Fonte: Archiportale